Depilazione con filo


La tecnica di depilazione con il filo orientale nasce della tradizione dell'antico oriente dove, le donne imparano ad utilizzare un semplice filo di cotone molto resistente per la loro depilazione. Questo filo si mette fra le dita delle mani come una spirale ed una parte dello stesso è legata al collo di chi depila per poter fare leva ed estirpare i peli in qualsiasi parte del corpo si voglia operare.
Esso ha il potere "magico" di estirpare il pelo dalla radice, portandolo nel tempo ad indebolirsi a tal punto da non farlo più ricrescere.
Il risultato del trattamento e il tempo di applicazione dipendono molto dalla robustezza del pelo e da come fino ad ora è stato trattato, cioé se è stato estirpato correttamente o rafforzato dalle tecniche sbagliate.
Queste tecniche, purtroppo, sono di largo consumo nella nostra cultura e hanno il terribile difetto di far ricrescere il pelo più forte di prima e più velocemente; chi le ha provate, infatti, sa bene che poi occorrono anni per riportare i peli ad uno stato di accettabile naturalezza. Per eliminare e indebolire totalmente la radice di qualsiasi tipo di peluria soprattutto nelle zone del viso o nei punti più delicati del corpo che sono state trattate con tecniche sbagliate, occorrono diverse sedute della depilazione con il filo orientale, almeno due volte al mese per uno o due anni.